Pagine

giovedì 5 luglio 2012

Tra Campania e Abruzzo


Le mie origini sono campane, dell'area di Napoli,
attualmente però vivo in Abruzzo,
dove mi sono trasferita per continuare l'università.

La mia cucina è molto influenzata dalla tradizione campana,
però apprezzo moltissimo la cucina tipica di tutto il resto d'Italia,
il confronto principale è sicuramente con altri "terroni",
che come me si sono trasferiti da studenti in una regione diversa da quella di appartenenza,
in primis pugliesi, che davvero rappresentanto una comunità molto estesa in Abruzzo,
poi i siciliani,
e infine noi campani,

Poi posso contare sulle dita "una romana" e una "bolognese"..ad entrambe viene posta la solita domanda "..e che ci sei venuta a fare qui?" in risposta a ciò che ti dicono quando gli chiedi "e tu..di dove sei?"
 :)

Qui sotto trovate due piatti semplicissimi, e davvero gustosi, il primo è la frittata di maccheroni, amica di scampagnate e giornate in spiaggia, che ho deciso di proporre, proprio perchè da fuori sede mi sono accorta che in terra straniera (fuori dalla Campania) non è così nota, per una napoletano fa parte del dna, ed è un piatto che impara a conoscere presto, già per strada, immancabile in versione street food in tutte le rosticcerie del centro.

Il secondo è uno dei primi piatti abruzzesi che ho conosciuto..e che ho subito apprezzato.

Entrambi li mando a Danita per il suo contest sulla goegrafia in tavola



Frittata di spaghetti
Piatto di riciclo tipico campano
Pasta avanzata, meglio se al sugo
Uova
Parmigiano
Sale
Pepe
Olio evo
Qualche Pomodorino

Scaldate una padella con 2-3 cucchiai di olio evo, tagliate i pomodorini a pezzetti e fateli rosolare in padella, nella stessa padella fate scaldare la pasta insieme ai pomodori.

Nel frattempo, rompete 2 o 3 uova in una terrina, sbattetele con un pizzico di sale e pepe, e due o tre cucchiai di parmigiano grattugiato.

Versate le uova sopra la pasta, muovendo nel contempo la padella, per distribuire uniformemente il composto.

Coprite con il coperchio e fate cuocere a fiamma bassa finchè le uova non risultano solide,
girate la frittata e fate cuocere per un altro minuto.

Io ho voluto dare una forma simpatica al piatto di riciclo per antonomasia, ritagliando con un cutter a forma di fiore la frittata raffreddata.

La difficoltà di questo piatto, se tale si può chiamare, è nella proporzione tra la quantità di uova, e quella di pasta, secondo me meglio mettere un pò di uovo in più che ritrovarsi con una frittata troppo asciutta e tutta pasta.

Ho deciso di inviarlo a Danita per la raccolta dei piatti tipici d'Italia, nonostante la sua semplicità, visto il successo che riscuote ogni volta che viene presentato a tavola, io lo associo ad un piatto kitsch...ma non sempre chi vive fuori dall'area campana conosce questo trucco per riciclare la pasta, in casa (the student's) abbiamo preso l'abitudine, quando si mangiano spaghetti, di cuocerne una porzione in più da finire in frittata!




Pallotte cacie e ove
Piatto tipico abruzzese

Uova
Parmigiano
Rigatino (o pecorino)
Bicarbonato
Pane Raffermo

Olio per friggere

Sugo di Pomodoro

Sbattete le uova in una terrina, un uovo per persona, poi grattugiate i formaggi, 
in proporzione metà parmigiano e metà rigatino, aggiungeteli alle uova, sono i formaggi a dare consistenza a questo impasto, che non deve risultare solido, come quello delle polpette ma deve rimanere morbido, quindi aggiungete i formaggi fino ad assorbire quasi del tutto le uova.

Bagnate il pane leggermente raffermo, fatelo riposare qualche minuto, per ben assorbire l'acqua,
poi strizzate l'acqua in eccesso, ed aggiungete quel poco di mollica necessaria a rendere lavorabile il composto.
Mischiate al composto una puntina di bicarbonato, poi lasciatelo riposare una mezz'ora in frigo.
Trascorso il riposo, fate scaldare una padella con olio per friggere, e cuocete le pallotte, in olio profondo, ben caldo ma non bollente, sono cotte quando risultano gonfie e dorate.

Preparate un sugo di pomodoro fresco con abbondante cipolla, e finite le pallotte nel sugo.

Le pallotte vanno consumate a parte, e se ci riuscite a conservare un pò del loro sugo, conditeci la pasta..in Abruzzo così si fa!

Le pallotte cacio e uova sono un piatto tipico di Abruzzo e Molise, io le ho mangiate in diversi posti ed ognuno seguiva la propria ricetta, variando le proporzioni tra pane e uova, vanno consumate calde, e il sugo è il loro complemento perfetto, in alcuni casi sono servite con sugo di peperoni.
Sono buonissime..e danno dipendenza!!!

Il gusto delle pallotte è dato essenzialmente dai formaggi utilizzati per prepararle, il rigatino è un formaggio tipico abruzzese, per cui non è semplice reperirlo fuori regione, può essere sostituito dal pecorino, oppure è possibile utilizzare 100% di parmigiano, in tal caso io consiglio di utilizzare un parimigiano ben stagionato, per dare più gusto alla preparazione,
Questa ricetta la invio a Rosy per la raccolta di ricette con il Parmigiano, organizzata per dare un cenno di sotegno alle popolazioni colpite dal terremoto in Emilia.

7 commenti:

  1. In effetti non conoscevo la frittata di spaghetti...dev'essere proprio gustosa! Ci credo che ha sempre un gran successo!!!!
    Ottimo, ma anche quello a me sconosciuto, il secondo piatto!!!
    Brava! Stasera mi hai fatto conoscere un pezzetto d'Italia in piu!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la frittata!!!! la devi assolutamente provare!!!!

      Elimina
  2. Ecco la ricetta!!! ;)
    Posso dirti che la presentazione della frittata di spaghetti e strepitosa??

    ciao loredana

    Dove sei esattamente?...L'Aquila??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Loredana!
      mi trovo a Pescara, grazie!!! e grazie anche per aver condiviso con me la tua ricetta!

      Elimina
  3. ma questo fiore è bellissimo!!!

    ciaooo
    roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ un fiore di frittata! non si può rifiutare!

      Elimina
  4. Ma grazie!! Che belle ricette!!
    Mi dispiace, ma non posso più prolungare :-/ devo far autografare il libro di Montersino per il vincitore del piatto dolce :-).
    Grazie ancora!!

    RispondiElimina

Qualsiasi parere, idea, suggerimento, sono bene accolti, grazie a chiunque vorrà dedicarmi un minuto per farmi conoscere la sua opinione :)